Seleziona una pagina
IL TRUCK

incontra Maccheroni

Da molti, moltissimi anni ci occupiamo  di ristorazione nel pieno centro di Roma a Piazza delle Coppelle, nel cuore di uno dei più antichi rioni della Capitale, a pochi passi da Piazza Navona e dal Pantheon. In un secondo momento abbiamo sentito l’esigenza di essere sempre più presenti sul territorio romano e di poter condividere con voi i nostri piatti e le nostre idee. Da secoli si mangia per strada: per mancanza di tempo, per lavoro , per godersi una bella giornata di sole o magari durante un evento particolare.  Maccheroni Foodtruck nasce per consentire a tutti gli amanti dei nostri prodotti e della nostra cucina di condividere un’esperienza  , mantenendo intatta la qualità tradizionale  gli ingredienti  , la passione che da anni ci contraddistinguono .

la storia
del nostro ristorante

“Maccheroni” il piatto italiano più internazionale e gustoso del mondo, dà il nome al caratteristico Ristorante ubicato in Piazza delle Coppelle. Il locale ha mantenuto e ha enfatizzato le piacevoli particolarità della sua struttura rustica, inimitabile nel rendere l’atmosfera calda ed accogliente. Il menu del Ristorante “Maccheroni” propone piatti della vera cucina Romana, tradizionalmente fatta in casa e specialità regionali. Vino della casa, Chianti e le migliori etichette italiane.

GLI EVENTI
Incontriamoci

Siamo disponibili per eventi, feste private o matrimoni, portando un foodtruck con una linea elegante e vintage insieme alla cucina dei primi piatti tipici romani usando solo prodotti fatti in casa e di prima qualità.

carbonara
carbonara

La pasta alla carbonara è una ricetta romana, di sicuro recente poiché se ne hanno notizie solo a partire dal secondo dopoguerra, ma la sua origine è alquanto controversa, e ci sono almeno tre teorie plausibili. Piatti di pasta conditi con i prodotti della pastorizia ed agricoltura, come uova e pancetta o lardo, erano comuni sulle montagne abruzzesi, e degli sfollati li hanno scoperti e portati a Roma alla fine della guerra. Una seconda ipotesi dice che gli osti romani per sfamare i soldati americani, ispirati dall’idea che a colazione mangiavano uova e pancetta, abbiano proposto loro la pasta condita con questi ingredienti, e visto il successo la ricetta si è diffusa. La terza ipotesi dice che la pasta alla carbonara si preparava nelle osterie romane da sempre, ma solo nel dopoguerra la ricetta divenne nota al grande pubblico, perchè entrò in ricettari stampati.

La pasta alla gricia è un classico della cucina italiana semplice e veloce da realizzare è gustosissima e saporita. La gricia è stata inventata dai pastori di Amatrice quando ancora non si conosceva il pomodoro, è il piatto da cui ha avuto origine l’amatriciana (molti infatti la indicano come l’amatriciana in bianco), la gricia era il pasto principale dei numerosissimi pastori che portavano nei loro zaini pezzi di pecorino, sacchette di pepe nero, pasta essiccata, guanciale e strutto.

Gricia

La pasta alla gricia è un classico della cucina italiana semplice e veloce da realizzare è gustosissima e saporita. La gricia è stata inventata dai pastori di Amatrice quando ancora non si conosceva il pomodoro, è il piatto da cui ha avuto origine l’amatriciana (molti infatti la indicano come l’amatriciana in bianco), la gricia era il pasto principale dei numerosissimi pastori che portavano nei loro zaini pezzi di pecorino, sacchette di pepe nero, pasta essiccata, guanciale e strutto.

Amatriciana

Amatriciana

L’amatriciana – anche detta matriciana, in romanesco – nasce dalla sua antenata bianca, la gricia. La gricia era il classico condimento dei pastori per la pastasciutta, i quali portavano i loro prodotti (carne e formaggi) nella capitale per venderli al mercato e ai ristoratori romani. Tra il diciassettesimo e diciottesimo secolo, poi, con l’importazione del pomodoro in Italia, ad Amatrice (una cittadina in provincia di Rieti) fu aggiunto il sugo di pomodoro creando un vera e propria nuova ricetta.Nonostante non sia di provenienza laziale (Amatrice, durante il Regno delle Due Sicilie, apparteneva all’Abruzzo), l’amatriciana è una classica ricetta della tradizione romana. il pezzo forte? Ovviamene il Guanciale, non la pancetta.

La ricetta della pasta cacio e pepe fa parte dell’antica tradizione culinaria laziale e chi è stato a Roma a mangiare nelle trattorie o nei ristoranti di cucina tipica locale lo sa bene. Nei menu dei primi piatti romani la pasta cacio e pepe è sempre proposta tra le pietanze classiche. Di sicuro possiamo affermare che è una delle ricette di cucina povera che dobbiamo alla tradizione pastorale laziale – abruzzese: proprio sui monti infatti, durante i periodi di pascolo, i pastori si portavano dietro l’essenziale per nutrirsi, ovvero pasta secca, pepe nero e pecorino a volontà. Ecco allora la ricetta della pasta cacio e pepe, che badate bene non è una semplice pasta condita col formaggio.

Cacio e Pepe

La ricetta della pasta cacio e pepe fa parte dell’antica tradizione culinaria laziale e chi è stato a Roma a mangiare nelle trattorie o nei ristoranti di cucina tipica locale lo sa bene. Nei menu dei primi piatti romani la pasta cacio e pepe è sempre proposta tra le pietanze classiche. Di sicuro possiamo affermare che è una delle ricette di cucina povera che dobbiamo alla tradizione pastorale laziale – abruzzese: proprio sui monti infatti, durante i periodi di pascolo, i pastori si portavano dietro l’essenziale per nutrirsi, ovvero pasta secca, pepe nero e pecorino a volontà. Ecco allora la ricetta della pasta cacio e pepe, che badate bene non è una semplice pasta condita col formaggio.

Raviolo

Dall’interpretazione dei testi medievali sarebbe possibile comprendere che il nome “raviolo” poteva essere sia sinonimo di tortello, quindi un ripieno avvolto nella pasta, che indicare una sorta di impasti o polpette modellate a forma di uovo, cotte in brodo o in grasso. Le nascita del termine “raviolo” avrebbe diverse interpretazioni, ad esempio una lo farebbe derivare da “rabiola” cioè piccola rapa, un’altra da “rovigliolo” nel senso di groviglio (per il ripieno). Ma quella che più ci piace, anche se non esistono documenti che la confermino, è l’ipotesi che il raviolo sarebbe stato concepito a Gavi Ligure, quando questo paese-roccaforte apparteneva alla “Repubblica di Genova”, il suo primo cuoco sarebbe stato un tal “Ravioli”, che è appellativo di famiglie tuttora residenti in zona.

contattaci

per seguire le nostre tappe

cosa dicono di noi

cosa dicono di noi

quelli che ci hanno scelto

quelli che ci hanno scelto

In tinta!

Pochi giorni fa mi sono imbattuto nel foodtruck di Maccheroni e devo dire che la prima cosa che salta all’occhio è che ha mantenuto esattamente lo stile del ristorante! Il camioncino è dello stesso colore degli interni del locale e il packaging molto simpatico e romano nello stile, colorato un po’ come una vecchi tovaglietta. Promosso!

Pasta fatta in casa ma si mangia in strada!

Il ristorante Maccheroni ha da poco inaugurato il suo foodtruck che ho avuto modo di provare. Un esperienza piacevole poiché ho ritrovato esattamente la stessa qualità della pasta e delle materie prime utilizzate per realizzarla.

Sempre a casa!

Maccheroni foodtruck è uno dei pochi camionicini che ti fa sentire sempre a casa! Ottima cucina classica romana qualità garantita dallo storico ristorante in pieno centro a Roma!

dove puoi trovarci

ci troverai presso:

Piazza delle Coppelle 44

Roma

contattaci
contatti:

info@maccheronifoodtruck.it

+39 335 539 7740⁠

Il nostro foodtruck sarà presente all’interno degli eventi più cool della capitale per regalarvi un esperienza a 360 gradi , con la possibilità di contattarci per eventi privati di tutti i tipi